masal oku
it-ITfr-FRde-DEen-USes-ES

Alla Kore un progetto futuristico

Nascerà un centro di alta tecnologia,a cura della facoltà di Ingegneria

Domani saranno consegnati i lavori alla ditta Cipae di Enna per essere ultimati entro 400 giorni. Il progetto sa di futuro e tecnologia e sarà realizzato in contrada Panasia, vicino EnnaMercato,nella zona  che chiamerà a raccolta esperti del settore aerospaziale nel campo internazionale. Perchè questo centro di simulazione dinamica, per caratteristiche e dimensioni, è unico in Europa e secondo al mondo, solo dopo a quello degli USA che si trova a Buffalo,nello stato di New York. Ma oltreoceano è tutta un'altra storia, dice lo studioso che ha tenuto a battesimo  il  piano innovativo, Giovanni Tesoriere, preside della facoltà di ingegneria alla Kore e vice Rettore dell'ateneo ennese. "Negli States -fa sapere-le attrezzature  non sono così all'avanguardia come quelle  che saranno installate proprio ad Enna."

 

A proposito di attrezzature le cifre raggiungono livelli astronomici per il territorio ennese. Sono 11 milioni di euro gli stanziamenti a carico dell'Unione europea e comprendono l'acquisto e la collocazione di due tavole vibranti che simuleranno apparecchiature soggette a grandi accelerazioni, vedi aerei supersonici o satelliti, per intenderci. Chi non è addetto ai lavori brancola in un mondo immerso in  congegni dal peso di 40 tonnellate, con modalità che  prevedono di testare mezzi super potenti a   velocità poco immaginabili per l'immaginario collettivo. Ma per Tesoriere e i suoi giovanissimi colleghi, Giacomo Navarra e Mariella Fossetti, non è così. Da un anno e mezzo il team lavora sul progetto, la cui gara è stata affidata alla multinazionale tedesca Bosch che ha battuto in volata le rivali statunitensi. Illustrare il piano non risulta a chi scrive molto agevole.Per dare un'idea di quello che sarà, quando gli impianti andranno  a regime, l'impiego di energia elettrica risulterà uguale al fabbisogno di tutto l'agglomerato di Enna bassa. Motivo questo per il quale sarà necessario di vota in volta comunicare all'Enel la attivazione delle tavole, con un certo  anticipo,di modo che si articolerà un orario  adeguato per gli esperimenti  che non intacchi  le esigenze dell'utenza. Verosimilmente  le tavole lavoreranno in piena  notte. Per tornare al progetto,nasceranno  5 edifici , collegati tra di loro, dove sorgeranno centri di ricerca, laboratori e la nuova sede della facoltà di ingegneria, attualmente ubicata nel plesso di Enna bassa. L'imponente piano collegherà esperti per l'esplorazione spaziale. Ci piace immaginare  studiosi di  nuove orbite per i satelliti che  andranno ad  avviarsi   verso spazi astrali, sperimentati proprio qui.

 E proprio  ad Enna,luogo ancora una volta saccheggiato da disegni oscuri  della politica , ma  più precisamente alla Kore, si puo' realmente  affermare che cercare di realizzare un "idea"  è possibile. 

 
Commenti

Categorie: La Provincia, IstruzioneNumero di visite: 10194

Tags: EnnaUniversità KoreGiovanni Tesoriere


Ultime notizie

Archivio

Seguici su YouTube

Seguici su Facebook

Seguici su Google+