masal oku
it-ITfr-FRde-DEen-USes-ES

AAA sarte cercasi

La ditta Di Cataldo dice “Noi assumiamo, non licenziamo”.

venerdì 19 dicembre 2014

Siamo a Gagliano Castelferrato, un paesino dell’ennese famoso per essere protagonista di una delle pagine più storiche che visse l’entroterra siciliano  con l’arrivo di Enrico Mattei e gli accordi con l’Eni.

D'allora ad oggi, Gagliano cambia volto, registrando, per lunghi e bui periodi un tasso di disoccupazione senza precedenti.

Ma la tradizione vince. Oggi una azienda tessile, la Di Cataldo, opera in un regime di bilancio attivo. Qui si respira aria di ottimismo e di fiducia.

Il giovane imprenditore Salvo Di Cataldo, che ha preso le redini dal padre, ci racconta la storia della sua azienda.    

“La nostra azienda nasce come artigiana nel lontano 1989 per opera dei miei genitori. Allora aveva solo due dipendenti, ma nel corso degli anni, pur attraversando diversi periodi di crisi, oggi contiamo 150 unità lavorative.”

-Il merito a chi va?

“L'azienda nel corso degli anni ha fatto parecchi progressi dal punto di vista qualitativo, puntando sulla formazione del personale che è la risorsa più grande, senza però tralasciare l'innovazione tecnologica che oggi ci aiuta a poter lavorare tutti i modelli e i tessuti richiesti dai nostri clienti, fedeli alla tradizione sartoriale.” 

-Una grande realtà, mai pensato di delocalizzare?

“ Nonostante la carenza infrastrutturale della zona e l'abbandono da parte degli enti statali, non abbiamo mai pensato  di delocalizzare la produzione, anzi stiamo lottando affinché non si vanifichino tutti i sacrifici fatti nel corso degli anni e soprattutto cerchiamo di  salvaguardare i posti di lavoro dei nostri dipendenti a cui siamo molto affezionati.”

- Cosa producete di preciso?

- “La nostra azienda produce capi spalla per uomo per le più grandi maison italiane e straniere, occupandosi dello sviluppo modelli, taglio, cucito, stiro, controllo e gestione magazzino di ogni singolo vestito.”

-Si dice  che Armani, Burberry, Zegna, per citarne alcuni, si rivolgano a voi..

“No comment.”

-Rispettiamo la sua riservatezza, ma ci vuole dire come si articolano le commesse?

“Riceviamo gli ordini di confezionamento dei capi, con il kit annesso. Questo vuol dire che arrivano da noi le stoffe, il filo e quant'altro.”

 -E’ vero che avete intenzione di assumere ancora?

“Non è una ipotesi, ma, ci auguriamo, una certezza".
Commenti

Categorie: Gagliano Castelferrato Numero di visite: 2940

Tags: Ditta tessile Di Cataldo


Ultime notizie

Archivio

Seguici su YouTube

Seguici su Facebook

Seguici su Google+