masal oku
it-ITfr-FRde-DEen-USes-ES

I miei cani? Campioni del mondo

Elisabetta Parrinello parla della sua passione che si è trasformata in lavoro

Se cerchi  qualcuno che possa veramente amare i cani non puoi che pensare a lei .

Elisabetta Parrinello con suo marito Giuseppe Di Vincenzo, spendono la loro vita per la loro famiglia..allargata.
 Da amatori ad allevatori. E che allevatori. Ormai non si contano le coppe e i riconoscimenti a carattere internazionale che  portano a casa.
Sono conosciuti da tutto il mondo, e non solo per la loro professionalità, ma anche per la cura,l'amore e la dedizione con cui si dedicano ai loro piccoli, prima di affidarli alle mani di  esperti acquirenti. 

Greysbeth, così si chiama la razza che i due coniugi allevano.

Si tratta di cani da caccia, eleganti e alteri. Da cuccioli sembrano dei peluches per via dei loro occhi azzurri intensi, che poi si trasformano in un colore nocciola.


 Elisabetta,il tuo amore per i cani quando nasce?
"Il mio amore per i cani penso sia nato con me.
Ho sempre sentito di avere questa grande passione anche se in giovane età non ho mai vissuto con un cane in casa.
La mia cara nonna materna amava molto i cani ed era lei che mi parlava di questi splendidi animali.


-C'è stato un momento in cui qualcuno, oltre la nonna, ti ha avvicinato a loro?

"Si. Uno dei regali più belli ricevuti da mia madre, è stata l’enciclopedia del cane,una raccolta in fascicoli che ogni settimana ritiravamo insieme in edicola.Naturalmente custodisco con grande amore questa raccolta in 4 volumi di Fiorenzo Fiorone,una collana molto tecnica e ben fatta che mi ha permesso all’età di 8 anni di conoscere tutte le razze di cani riconosciute."

-E quando decidi di creare in allevamento?
"L’idea di allevare cani non è arrivata immediatamente, solo perché avevo un cane con me che poteva riprodursi.
Sono passati molti anni dal primo cane alla prima cucciolata, perché  è servito tanto studio, esperienza, passione e conoscenza
per arrivare ad avere dei soggetti pregiati come i nostri."

-Siete apprezzati in tutto il mondo e si capisce perche'. Tanta la vostra fatica ed il vostro impegno. Di recente, appena rientrati dalla Bretagna perchè avete partecipato all'ennesimo mostra cui hanno partecipato due vostri esemplari che avete portato con voi a bordo della vostra auto, organizzando le soste ,ongi tre ore per farli sgranchire e non solo. UNa bella sfida, la vostra.  

"Proprio così.Di solito si pensa che basta unire due cani di razza per avere dei cuccioli , ma non è affatto vero,
Allevare significa conoscere bene tutte le caratteristiche della razza prescelta, conoscerne la diffusione, non solo in Italia, ma anche all’estero,saper ben valutare le linee di sangue e ciò che hanno prodotto per poi preparare un proprio piano d’allevamento.
Nulla è lasciato al caso, criteri di conoscenza guidano le nostre scelte e un aiuto ci viene dato dalla frequenza del mondo delle esposizioni".

Tanta fatica, dunque?

" Si ma non ci pesa. Il lavoro dell’allevatore, e dunque il mio, è di continua ricerca, si mira ad una selezione che vada a centrare il più possibile in maniera perfetta, le caratteristiche di razza stabilite dallo standard. E se riesci, alla fine, sei ripagato da tante soddisfazioni."
Commenti

Categorie: Costume e SocietàNumero di visite: 2678

Tags: greysbethElisabetta Parrinello


Ultime notizie

Archivio

Seguici su YouTube

Seguici su Facebook

Seguici su Google+