it-ITfr-FRde-DEen-USes-ES

A Troina il cannolo al forno è una vera goduria

Il cannolo rigorosamente al forno e non fritto conquista i palati più esigenti e perpetua una tradizione che si tramanda da generazioni

Troina, antica capitale normanna, tra i borghi più belli d'Italia, sa prendere per la gola i visitatori, che oltre a godere delle bellezze storiche, architettoniche e ambientali, potranno gustare uno dei dolci tipici del luogo. Il cannolo rigorosamente al forno e non fritto conquista i palati più esigenti e perpetua una tradizione che si tramanda da generazioni. Un dolce introdotto dai monaci basiliani e dalle suore benedettine, ordini che influenzarono la storia e la cultura, anche culinaria del paese. I cannoli sono di forma cilindrica, cotti al forno, della lunghezza di circa 15 cm e vengono farciti con creme pasticcere di vario tipo. Nonostante si trovino in tutte le pasticcerie, soprattutto nel periodo di Carnevale e di Pasqua, i Troinesi amano farli in casa. Il loro gusto è inconfondibile e il contrasto tra la cialda esterna croccante e la cremosità del ripieno è un’accoppiata vincente per deliziare gli appassionati di dolci e leccornie. La “scorcia” viene preparata con una frolla tutta siciliana, che viene chiamata “pasta tennira” appunto per la sua delicatezza e friabilità, in cui è indispensabile l’uso della “saime” (lo strutto). La pasta può essere ritagliata a dischi, come per quelli fritti, o meglio ancora a rettangoli che vengono avvolti man mano negli stampi. L’impasto è lavorato fino all’ottenimento di una sfoglia dello spessore di 2 cm e attorcigliato attorno ad un rotolo di canna. La sfoglia viene spennellata con l’albume e infornata a 120°, il prodotto a cottura ultimata viene sfornato e successivamente farcito e spolverizzato con zucchero a velo. L’impasto è lo stesso che si utilizza per altri dolci tipici, come gli Infasciatelli e le Cassatelle di Agira, e che può variare leggermente a secondo che si desideri più o meno friabile. Un'alternativa al tradizionale cannolo fritto che, se pur insostituibile nella tradizione dolciaria siciliana, concorre a caratterizzare l'arte pasticcera dell'entroterra. 

Print
Commenti

Categorie: I Comuni, TroinaNumero di visite: 623

Tags: Troina

Theme picker


Ultime notizie

«gennaio 2022»
lunmarmergiovensabdom
272829303112
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31123456

Archivio

Seguici su YouTube

Seguici su Facebook