it-ITfr-FRde-DEen-USes-ES

Prevenzione e sicurezza dei Presidi sanitari. Summit in Prefettura

A coordinare il tavolo il Prefetto di Enna, Matilde Pirrera

Garantire maggiore sicurezza nei presidi sanitari a tutela sia del personale che dell'utenza. Sono state queste le tematiche affrontate ieri nel corso di un tavolo tecnico coordinato dal prefetto di Enna, Matilde Pirrera, al quale hanno preso parte i rappresentanti delle Forze dell’Ordine e i referenti dell' Azienda sanitaria locale. Sono stati analizzati e descritti da parte dei vertici dell'Azienda sanitaria i sistemi di sicurezza presenti nei presidi di Enna che in alcuni casi, come nei locali adibiti a guardia medica necessitano di migliorie. In atto, infatti, le stesse sono dotate solo di videocitofoni.

L’ASP ha già provveduto a sistemare alcune guardie mediche presso le strutture ospedaliere più vicine e ha programmato di fornire al personale medico di turno appositi dispositivi di sicurezza dai quali sarà possibile inviare richieste di emergenza.

Per rendere maggiormente efficaci tali iniziative tali dispositivi di sicurezza verranno collegati alle centrali operative delle Forze dell’Ordine.

Il tavolo tecnico ha condiviso inoltre la necessità di avviare un'attività di formazione rivolta ai medici anche con l’ausilio tecnico-professionale delle Forze di Polizia, che suggeriranno al personale interessato le cautele da adottare e i comportamenti da tenere in caso di situazioni di pericolo.

Inoltre, a maggiore supporto dell’attività di tutela e vigilanza, è stato convenuto di intensificare i passaggi e prolungare le soste in prossimità dei presidi sanitari da parte degli operatori delle Forze dell’Ordine già impegnati nell’ambito del Piano coordinato di controllo del territorio.

Al fine di tutelare i medici anche negli spostamenti presso le sedi domiciliari dei pazienti richiedenti assistenza, verrà messo a punto il ricorso da parte dell’ASP ad apposite APP che consentano di geolocalizzare tempestivamente il luogo dal quale è partita la richiesta di intervento.

Commenti

Ultime notizie

Archivio

Seguici su YouTube

Seguici su Facebook

Seguici su Google+