it-ITfr-FRde-DEen-USes-ES

lunedì 24 giugno 2002

Insediata Commissione provinciale antiracket. Sala delle riunioni 24.7.2002.



Il presidente della Provincia, Galvagno, apre i lavori della riunione, mettendo in risalto l’efficacia dell’iniziativa. Fa appello alla cultura della legalità, prendendo spunto dalla diffidenza e dalla paura delle vittime dell’usura, in riferimento ad alcuni dati recentemente riportati su un quotidiano regionale. ”La nostra risposta deve essere, invece, quanto più forte possibile, perché abbiamo il dovere di mettere in campo tutti i meccanismi necessari per diffondere un sano convincimento: i cittadini dovranno riporre fiducia nei confronti delle istituzioni ”. Un ringraziamento ufficiale, Galvagno, esprime nei confronti del prefetto, Maccari, che ha attivato tutti i meccanismi necessari a monitorare il territorio, al fine di rendere trasparenti tutti i progetti tesi allo sviluppo economico del territorio. E’ poi il prefetto Maccari ad intervenire circa la istituzione della commissione “ Un primo passo che richiede una costante attenzione per sostenere la meta. In questo modo si darà seguito alle iniziative che andranno a svilupparsi. L’impegno è un primo passo che veda il coinvolgimento attivo per proseguire verso un cammino di crescita sociale e culturale”. Altro passaggio, aggiunge il rappresentante del Governo centrale, sarà quello di estendere ad altri organismi che operano nel territorio provinciale l’invito a sottoscrivere l’adesione al comitato. Maccari, quindi, illustra le proposte elaborate di concerto con il presidente della Provincia, relativamente alle proposte dei nomi che faranno parte dell’Esecutivo, che andranno ad essere eletti, nell’ambito della riunione. La proposta sui nomi è accolta dall’assise. A presiedere l’organismo sarà il presidente della Provincia, affiancato da sette componenti che sono: Sigfrido Fadda, segretario della Cgil, Alessandro Costa, presidente della Cia, Liborio Gulino, presidente della Cna, Gaetano Lo Manto, presidente dell’associazione allevatori, Matera e Mancuso, rispettivamente presidenti di Assindustria e della Confersercenti. Revisori dei conti saranno Rabbito, presidente Asi, Nicoletti, presidente Camera di Commercio, Patrinicola, presidente dell’associazione commercianti. La carica di Pro viri è assegnata al sindaco di Enna, Ardica, al primo cittadino di Piazza Armerina, Velardita, e al segretario generale della Cisl, Saita. Il presidente, dunque, passa alla trattazione dell’argomento che prevede il pagamento delle quote, avanzando una proposta, accolta, che vede differenziati i pagamenti in base alle dimensioni delle realtà e degli organismo che fanno parte della commissione.
Il presidente Galvagno, ultimato il confronto, dichiara chiusa la seduta.

L’Addetto Stampa
Daniela Accurso





Home Page




0f0c72fb-00df-48c8-862c-6c1a87616cce
Y2:0f0c72fb-00df-48c8-862c-6c1a87616cce
Print
Commenti

Categorie: Comunicati StampaNumero di visite: 2137

Tags: Commissione provinciale antiracket Maccari

Theme picker


Ultime notizie

«ottobre 2022»
lunmarmergiovensabdom
262728293012
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31123456

Archivio

Seguici su YouTube

Seguici su Facebook