Decretati i vincitori del Premio nazionale Città di Leonforte

Alla Compagnia Teatrale Cercamond di Napoli il premio per il miglior spettacolo

“De(ath)livery” della Compagnia Teatrale Cercamond di Napoli vince il premio per il miglior spettacolo al “Premio nazionale città di Leonforte” sezione teatro e porta a casa anche il premio migliore regia per Andrea Cioffi e migliore Attrice per Sara Guardascione. A condurre la cerimonia di premiazione  per la sezione teatro nel piazzale dell’Immacolata di Leonforte l’attrice ennese Lorenza Denaro con ospite la performer e musicista Giovanna D’ Angi. “De(ath)livery” ha convinto la giuria tecnica composta da Walter Amorelli (presidente) organizzatore ed impresario, Andrea Trovato attore e regista, Carmela Buffa Calleo attrice e vocal coach, Lavinia D’Agostino giornalista e critico teatrale, Pietro Ristagno regista ed autore, Sabrina La Ferrara assessore del comune di Leonforte, per il suo essere una black comedy fresca, giovane, dinamica, dal ritmo coinvolgente, figlia dei tempi per il suo mettere in evidenza l'attuale disagio sociale degli Under35 con ironia e leggerezza suscitando più spunti di riflessione. Il pubblico del “città di Leonforte” giunto quest’anno alla sua quarantesima edizione, fortemente voluto dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco Piero Livolsi, con il sostegno dell’assessore alla cultura Sabrina La Ferrara e la direzione artistica di Sandro Rossino, ha premiato, assistendo agli spettacoli in cartellone nel piazzale dell’Immacolata, con l’85% delle preferenze “Nati in bianco e Nero” della compagnia Magaemastema di Catania che incassa anche la menzione speciale della giuria tecnica ed il premio per il miglior allestimento. Il premio migliore attore è andato ad Alessandro Giova della compagnia: Compagnia Teatrale Partenze Intelligenti di Roma per lo spettacolo “La notte dell’ultima sigaretta” che vince anche per la sezione miglior attore  non  protagonista con Antonio Conte. Menzione speciale della Giuria Tecnica  è stata, infine, assegnata  alla Casa Circondariale Luigi Bodenza di Enna alla direttrice Gabriella Di Franco per credere fortemente nella funzione rieducativa del teatro all’ interno delle carceri. La giuria ha assegnato questa menzione con l’auspicio che questo ed altri penitenziari possano continuare la loro attività in questa direzione, come già avvenuto con lì spettacolo “Io sono Dante”.

 

Premiati e Motivazioni:

Miglior Allestimento

Nati in Bianco e nero - 

Motivazione - 

Nella scena disordinata, i cambi a vista, già collaudati ma sempre efficaci, celano una minuziosa cura dei dettagli e donano allo spettacolo quel movimento che contribuisce a catturare l’attenzione del pubblico. 

Miglior Spettacolo

De(ath)livery

della compagnia: Compagnia Teatrale Cercamond

Motivazione - 

Uno spettacolo fresco, giovane, dinamico, dal ritmo coinvolgente, figlio dei tempi. Deathlivery mette in evidenza l'attuale disagio sociale degli Under35 con ironia e leggerezza suscitando più punti di riflessione.

Miglior Regia

De(ath)livery - 

Andrea Cioffi

Motivazione - 

La regia di Andrea Cioffi è paragonabile ad una avvincente partita di scacchi; lo spettacolo si muove in maniera imprevedibile ed originale ed esalta le indiscusse abilità attoriali e mimiche di tutti gli attori. 

Miglior Non Protagonista

Antonio Conte - 

della compagnia: Compagnia Teatrale Partenze Intelligenti

per lo spettacolo: La notte dell’ultima sigaretta

Motivazione - 

Antonio Conte riesce a restare in bilico tra l’anima fredda e spietata del boia e quella del reietto che suscita nel pubblico pietà e commiserazione, dimostrando grande capacità interpretativa e pathos. 

Miglior Attore

Alessandro Giova

della compagnia: Compagnia Teatrale Partenze Intelligenti

per lo spettacolo: La notte dell’ultima sigaretta

Motivazione - 

Alessandro Giova è un fine giocatore di sentimenti. La sua interpretazione ricca, toccante, profonda e non banale, contrappone mirabilmente due stati d’animo estremi come la paura e la rassegnata accettazione della morte.

Attrice

Sara Guardascione 

della compagnia: Compagnia Teatrale Cercamond

per lo spettacolo: De(ath)livery

Motivazione - 

Sara Guardascione interpreta una donna le cui parole non smettono mai di essere urtanti ed urticanti nella riproposizione realistica di un linguaggio giovanile sboccato, frustrato, esasperato. Una prova d'attrice proposta con crudezza e ammirevole tenacia che segnala ancora una volta la necessità di ascolto di un'intera generazione.

Menzione speciale Giuria Tecnica

per NATI IN BIANCO E NERO 

della compagnia MAGAEMASTEMA di Catania

Motivazione - 

per aver proposto in maniera appassionata e coinvolgente la memoria rivisitata  di un certo teatro e varietà, appunto in bianco e nero, che rischia di scomparire. 

Gradimento del pubblico

NATI IN BIANCO E NERO - 85 % di Preferenze

Menzione speciale Giuria Tecnica

ALLA CASA CIRCONDARIALE LUIGI BODENZA DI ENNA

alla dottoressa Gabriella Di Franco per credere fortemente nella funzione pedagogica e rieducativa del teatro all’interno delle carceri. Lo spettacolo “io sono dante” è riuscito a trasmettere al pubblico l’esperienza degli ospiti del penitenziario, che così entrano nuovamente in relazione con la vita fuori dalle mura. La giuria assegna questa menzione con l’auspicio che questo ed altri penitenziari possano continuare la loro attività in questa direzione.

 

Print
Commenti

Theme picker


Ultime notizie

«giugno 2024»
lunmarmergiovensabdom
272829303112
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
1234567

Archivio

Seguici su YouTube

Seguici su Facebook