it-ITfr-FRde-DEen-USes-ES

Emergenza COVID-19. Impennata di contagi in provincia di Enna

I comuni particolarmente colpiti sono Agira, Assoro, Leonforte, Nicosia e Troina

Giornate difficili per l'incremento dei contagi in provincia di Enna. Nel giro di poche ore, infatti, sono una trentina gia' i tamponi risultati positivi. Di questi pazienti la meta' si trova ricoverata all’Umberto I di Enna. Attesi ancora almeno un centinaio di tamponi.  I comuni particolarmente colpiti sono Agira, Assoro, Leonforte, Nicosia e Troina. A Enna, 3 casi di cui un guarito e di contro un decesso. Da ieri si confermano casi di Covid 19 anche a Piazza Armerina, la città dei mosaici con 4 persone positive e Calascibetta, con il primo caso come annuncia il sindaco Piero Capizzi sui social; anche a Valguarnera ci sarebbe un caso accertato. Dalle notizie raccolte due sarebbero i focolai, che si estendono tra Leonforte e Agira coinvolgendo Assoro/San Giorgio. Desta forte preoccupazione anche la situazione emersa ieri mattina a Troina, con  i quattro ragazzi albergati nel “Villaggio Cristo Redentore”. Appresa la notizia il sindaco, Fabio Venezia, ha disposto che “I dipendenti Oasi che negli ultimi 40 giorni hanno prestato servizio presso le strutture “Casa della Speranza”, “Villa Ester”, “Villa Giovanna” e “Villa Betania”, sono obbligati a rimanere in autoquarantena insieme con i familiari; È stato requisito l’hotel “Costellazioni” per predisporre un cordone sanitario e permettere l’isolamento dei pazienti; Si sta predisponendo dentro la struttura un apposito reparto di 15 posti, munito delle necessarie attrezzature, per eventuali casi con patologie gravi; richiesti tamponi per il personale sanitario e per chi ha avuto contatti diretti con i soggetti contagiati”. Si alza sempre piu' forte l'appello dei sindaci ai cittadini di rimane a casa e di rispettare le leggi. La sindaca di Agira, l’onorevole Maria Greco, a viva voce e con un documento ufficiale ha richiesto al governatore della Sicilia, Nello Musumeci, e al Prefetto di Enna di mettere in quarantena l’intero comune e l’impiego dell’esercito per garantire le misure contenitive. Nessuno dunque potrebbe accedere e uscire dal territorio di Agira. E' atteso per le dodici il prossimo bollettino. 

 
Commenti

Categorie: La Provincia, SanitàNumero di visite: 20721

Tags: Maria GrecoAgiraTroinaAssorocovidumberto primo


Ultime notizie

Archivio

Seguici su YouTube

Seguici su Facebook

Seguici su Google+