Nel vivo l'ottava edizione della Festa del libro e della lettura

Un successo dedicato alla Bellezza

Questa è la VIII edizione

Praticamente nasce da un sogno che però diventa realtà.

Lo illustra un’insegnate, Fenisia Mirabella, portavoce di colleghi, dirigenti e scuole coinvolte in questa kermesse.

Da una piccola aula, adibita a sala lettura, colorata, realizzata nella scuola  “sant’ Onofrio” dove la Mirabella lavora, che un tempo si  chiamava “santa  Chiara”, si comincia a prendere dimestichezza con la realtà virtuale, fino alla condivisione in rete con la consolidata Festa del Libro e della Lettura di un paesino catanese, Zafferana Etnea, grazie al patrocinio del club UNESCO di Enna, che diviene promotore dell'iniziativa con il Comune di Enna.

I destinatari del Festival sono gli studenti, le famiglie ed i docenti.

Nota a parte, la novità di questa edizione: una sezione dedicata a i piccoli da  0 a 6 anni, oltre alle scuole nido e a quelle materne.

Non è escluso nessuno neanche chi studia per diventare insegnante, oltre all’università Kore e tutti gli istituti di ogni ordine e grado.

La formula è molto incisiva e diretta. Il messaggio è unico: se gli insegnanti sono motivati, anche gli studenti lo sono o lo diventeranno, comprese mamme e papà cui sta a cuore il bene dei figli.

E’ un vero e proprio evento, ma non “da consumare”, come spiega l’insegnate, ovvero da archiviare, tirando alla fine un sospiro di sollievo perchè tutto è andato bene.

E’ piuttosto un'occasione “da vivere”, perchè si fonda sulla relazione tra persone, adulte e non.

Tutto quello che accade in questa settimana “ implica l'ascolto”, ovvero un tempo in cui ci si mette a disposizione, tutti, ” per  capirsi, andare lontano, sognare mondi possibili, immaginare”.

I maggiori successi di tutte le edizioni sono legati alla letteratura, alla poesia.

L’importanza non sono i luoghi scolastici, quanto la possibilità di incontro e di bellezza.

Un concetto, questo, che va fuori gli schemi nozionistici e curriculari, ma che, secondo Fenisia Mirabella viene recepito dai bambini che incontrano figure nuove, come possono essere quelle dei poeti.

La realtà di condivisione viene compreso anche dai genitori che sono chiamati a selezionare le letture da approfondire in queste giornate.

E da qui si crea un grande movimento legato all’energia.

Sono 16  le scuole che hanno aderito in rete, anche dall’hinterland, ed hanno contribuito, con il sostegno diretto di due Comuni, Leonforte e Gagliano, nonostante le evidenti difficoltà economiche del settore pubblico. 

Tantissime anche le associazioni culturali che hanno voluto sostenere la Festa con contributi e proposte.

“Sono obiettivi -dice l’insegnante- che denotano una volontà corale di realizzare una manifestazione appartenete ormai alla città.”

Di anno in anno la manifestazione potrà subire accorgimenti e perfezionamenti “Siamo sempre in divenire”, ammette Fenisia che non vuole lasciare, ma raddoppiare.

“Non dobbiamo privare i nostri bambini e i nostri ragazzi della bellezza, della poesia, dell'arte. La festa del libro è un regalo, ma anche un abbraccio d'amore alla nostra città straordinaria.”

 

 

 

-

 

 

Print
Commenti

Categorie: EnnaNumero di visite: 2970

Tags: poesia Fenisia Mirabella festa del libro

Theme picker


Ultime notizie

«giugno 2024»
lunmarmergiovensabdom
272829303112
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
1234567

Archivio

Seguici su YouTube

Seguici su Facebook