sabato 26 febbraio 2005

Assoluzione dell’assessore Nino Pantò: dichiarazioni del presidente della Provincia Cataldo Salerno

“L'assoluzione piena di Nino Pantò mi riempie di soddisfazione e di gioia e mette fine alle prediche di alcune cornacchie che in questi venti mesi non hanno trovato di meglio, nel tentativo di guadagnarsi verginità perdute, che esprimere gratuite condanne e richieste, a me, di rimuovere un assessore a loro dire appestato. Ero certissimo, non certo, dell'innocenza assoluta di Pantò e della correttezza della Magistratura, ed è bello apprendere ora che la sua completa assoluzione è stata voluta anche dalla Procura che lo aveva accusato. Non posso non ricordare, però, che a Pantò viene restituita la piena dignità ma non i cinque anni di sofferenze ed angherie che ha dovuto ingiustamente provare, non tanto a causa del processo, quanto per colpa di improvvisati giustizieri che, in ogni campagna elettorale, lo hanno scelto vigliaccamente e vergognosamente come obiettivo di denigrazione e persino di facili ironie. Mi rincresce infine rilevare, ancora una volta, che le notizie di arresti ed indagini accusatorie vengono date con grande risalto, mentre delle assoluzioni non importa niente a nessuno. E questo non ripaga le sofferenze di chi ingiustamente e' stato messo alla gogna per così tanto tempo e dei suoi familiari”.

L’Ufficio Stampa
Print
Commenti

Categorie: Comunicati StampaNumero di visite: 4655

Tags: Cataldo Salerno Nino Pantò assoluzione

Theme picker


Ultime notizie

«giugno 2024»
lunmarmergiovensabdom
272829303112
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
1234567

Archivio

Seguici su YouTube

Seguici su Facebook