it-ITfr-FRde-DEen-USes-ES

Fino a 200 mila euro per restare in Sicilia ed avviare una attività

Il 35 per cento è a fondo perduto mentre la rimanente parte è garantito dallo Stato

Si chiama " Resto al Sud" ed è il progetto che sostiene la nascita di nuove attività imprenditoriali avviate dai giovani nelle regioni del Mezzogiorno, compresa anche la Sicilia. S attende la pubblicazione del decreto che rispetto alla stesura originaria ha in serbo importanti novità. Gli incentivi che inizialmente erano limitati soltanto alle imprese, con la legge di bilancio, vengono estesi agli under 46 e ai liberi professionisti purchè possessori di partita iva. Sono 1, 25 miliardi di euro i finanziamenti a disposizione per finanziare diverse attività a condizioni che siano al Sud, dai servizi al turismo, alla ristorazione ai piccoli trasporti, all'agricoltura, alla zootecnia, cultura e tantissimi altri. Fino a 200 mila euro per avviare una attività e restare nella propria terra di origine. Il progetto Resto al Sud è rivolto a chi non ha un rapporto di lavoro a tempo indeterminato e non sia titolare di altre imprese o beneficiario di altre agevolazioni. Altro aspetto importante riguarda la assenza di garanzie per ottenere il finanziamento. Il 35 per cento è a fondo perduto mentre la rimanente parte è garantito dallo Stato . Ciò significa che non occorre presentare particolari garanzie per ottenere il finanziamento e i fondi non saranno assegnati in base a chi arriva presenta per primo la domanda ma ogni proposta sarà vagliata. Per maggiori informazioni basta consultare il sito web invitalia. 

 
Commenti

Categorie: Si Resti ArrinesciNumero di visite: 421

Tags: Resto al Sud"