it-ITfr-FRde-DEen-USes-ES

Con il centro studi Med. Mez ritorna alla ribalta il pensiero di Napoleone Colajanni

Soci del centro anche il Presidente della Camera dei Deputati del Parlamento di Malta, lo Speaker Anglu Farrugia e lo storico francese Jean-Yves Frétigné

Superato a pieni voti il debutto del Centro Studi Med. Mez con la prima delle tre giornate di studio che si è svolta all’Università Kore di Enna, in onore a Napoleone Colajanni. A testimoniare il valore dell'iniziativa culturale, oltre ai patrocini del Presidente della Camera, del Presidente della Regione Siciliana e dell'Ars, l'adesione all'associazione, comunicata all'apertura dei lavori, che hanno avuto luogo lunedì 15 novembre, del Presidente della Camera dei Deputati del Parlamento di Malta, lo Speaker Anglu Farrugia e dello storico francese Jean-Yves Frétigné oltre che il messaggio della nipote di Colajanni, Maria Letizia, e del senatore Fabrizio Trentacoste. Dopo i saluti istituzionali è stato Paolo Garofalo a rappresentare alla platea e agli ospiti le motivazioni che hanno portato alla nascita del Centro Studi che si muove con una precisa connotazione extraregionale per le “Ricerche e la Documentazione sul Mediterraneo ed il Mezzogiorno” e del perchè della dedica a Napoleone Colajanni. La prima sessione della giornata, moderata dal giornalista ennese Paolo Scarlata, di Mediaset, ha mosso la riflessione partendo dal raccontare la vita e l'attualità del pensiero di Colajanni attraverso gli interventi di tre relatori d’eccezione: il Presidente dell’Istat Gian Carlo Blangiardo, che ha messo a confronto le realtà del periodo di fine Ottocento e di oggi, ricordando come lo Statistico Colajanni, con cattedra nelle università di Napoli e Messina, riusciva a trasformare i dati asettici della statistica in profondi elementi di valutazione sociologica; il Filosofo del Diritto dell’Università di Messina, Alessio Lo Giudice, ha ricordato come Napoleone Colajanni fu fautore di una visione innovativa della politica e quindi del diritto che dalla politica discende; Francesco Verducci, Vice Presidente della Commissione Cultura del Senato della Repubblica, collegato dalle Marche, ha ricordato la portata internazionale del Colajanni e la capacità di analisi critica rispetto ad altri grandi uomini del periodo. La sessione pomeridiana è stata aperta dai saluti della Preside della Facoltà di Medicina e Chirurgia, di Unikore Roberta Malaguarnera, e da quelli di Giamblanco Silvestro per Med. Mez. che ha annunciato la richiesta di adesione a Med. Mez. fatta pervenire dalla UISP, Unione Italiana Sport per Tutti. Anche la seconda sessione dei lavori viene moderata da un giornalista ennese, Giuseppe Ardica, responsabile della Redazione di Rai 3 di Catania. Il pomeriggio si è aperto con l’intervento in streaming e passionale, dall’Università “Sapienza” di Roma, del sociologo Paolo De Nardis, che ha anticipato lo storico Jean-Yves Frétigné dell’Università francese di Rouen e da poche ore socio di Med. Mez.. L’antropologo sociale Antonino Colajanni, ha messo in evidenza come nonostante l’elevata statura del Nostro, emerge poco dalla letteratura corrente degli studi antropologici oltre che sociologici, soprattutto considerando che le analisi di Napoleone possono essere considerati antesignani della nascita ufficiale dell’antropologia in Italia, e a tal proposito ha ricordato il saggio “Latini ed Anglosassoni” mostrando al pubblico una rara copia dell’edizione arricchita del 1906. Infine, il Senatore Salvo Fleres, ha esposto come il pensiero di Colajanni, soprattutto quello rivolto alla politica sia oggi più attuale che mai, e come il meridionalismo del deputato repubblicano non si sia mai allontanato dall’idea unitaria e risorgimentale dell’Italia. I lavori, ripresi da Radio Radicale, sono consultabili al link: https://www.radioradicale.it/scheda/652639/napoleone-colajanni-e-il-meridione-dai-borboni-alregno-ditalia-giornate-di-studio-1a Le giornate di studio continueranno i prossimi 23 e 29 novembre. La giornata del 23 novembre sarà dedicata all’approfondimento della posizione meridionalista e antirazzista di Colajanni, mentre il 29 si indagherà sul fenomeno della mafia/e, visto attraverso gli occhi del sociologo ennese e quello dei protagonisti della lotta alla mafia nei giorni nostri
Print
Commenti

Categorie: I Comuni, EnnaNumero di visite: 352

Tags: med mez

Theme picker


Ultime notizie

«dicembre 2021»
lunmarmergiovensabdom
293012345
6789101112
13141516171819
20212223242526
272829303112
3456789

Archivio

Seguici su YouTube

Seguici su Facebook