masal oku
it-ITfr-FRde-DEen-USes-ES

La vogliamo cambiare questa Sicilia? O no?

Pietrangelo Buttafuoco parla della sua amata isola

Un cambiamento drastico. Lo auspica Pietrangelo Buttafuco, giornalista e scrittore, nel ruolo di picconatore. Ce n'è per tutti. Una scossa al sistema, uno scossone all' opinione pubblica.Veterano nella lotta alla politica bieca, guerriero dell'ignoranza e del qualunquismo, difende tutto ciò che è degno di giustizia.

I suoi messaggi sono chiari, basta avere la testa, le idee e pensare con intenzione e cognizione. E naturalmente agire di conseguenza. Il suo è un atto politico, oltre che intellettuale, ma la sua è un politica più impegnata e più consapevole.
Bisognerebbe mettere un po' di ordine in Sicilia, secondo lei come?

“Sottraendo la Sicilia ai siciliani. Non è pensabile cambiare la situazione attraverso routine elettorali. Più banalmente può essere immaginato un commissario, forte di un'autorità terza, che metta mano alla macchina amministrativa. È urgente abolire lo statuto autonomo e solo per carità di Patria evito di spiegare il perché è, magari, fare dei paragoni. Una cosa è l'autonomia in Trentino, un'altra...

-La legge sulla soppressione delle Province ha creato caos e  incertezze. I servizi  erogati dagli enti traballano, i dipendenti ..non si sa dove andranno spalmati. Lei è sempre convinto che si andrà a votare?

“Non avendo visto celerità in altri atti non vedo come, dopo un annuncio eclatante, l'attuale governo di Sicilia possa provvedere su questa farsa. Sciolte, dunque, le province ma già con la convocazione dei comizi elettorali in agguato. Non pecca certo di fantasia il signor governatore.”

- Enna. secondo il disegno politico di Crocetta, come le altre province cosiddette minori, scomparirà. Un po' di sano campanilismo a favore di questo territorio , da parte di intellettuali, come lei, non sarebbe  proficuo?

“I campanilismi sono solo campanili. Durano giusto il tempo del rintocco”

 -Una domanda che esula dal contesto dell'intervista: ma lei un po' di nostalgia per le sue origini ce l'ha?

“Ma io non ho motivo di coltivare nostalgia, io abito la nostalgia.”

Cosa le manca di più della Sicilia e del territorio ennese?E cosa le manca di meno?

“Mi manca la Sicilia dell'anno Mille. Questa mi manca”

 
 

 

 
Commenti

Categorie: Costume e SocietàNumero di visite: 3334

Tags: EnnaPietrangelo ButtafuocoSicilia


Ultime notizie

Archivio

Seguici su YouTube

Seguici su Facebook

Seguici su Google+