masal oku
it-ITfr-FRde-DEen-USes-ES

Reato di truffa sventato dalla Guardia di Finanza

Richiesta di rinvio a giudizio per due imprenditori palermitani

Una  indagine condotta dalla Guardia di Finanza di Enna ha portato alla denuncia alla Procura della Repubblica di due imprenditori palermitani, che sarebbero colpevoli di una tuffa di circa 800 mila euro a danno di alcuni fornitori della provincia di Enna. Le Fiamme Gialle, dirette dal sostituto procuratore, Francesco Lo Gerfo, e coordinate del Procuratore Massimo Palmeri, hanno portato alla luce una truffa di due imprenditori immobiliari, residenti a Palermo, aggiudicatari di un appalto di circa 4 milioni di euro per realizzare un immobile destinato all’Università Kore, facendo ricorso a grosse quantità di materiale da costruzione, rilasciando assegni bancari post datati e senza copertura. I due indagati sarebbero anche colpevoli di non avere ultimato i lavori. L'ateneo, dal canto suo, saldava la somma di circa 3 milioni e 500 mila euro per lavori parzialmente eseguite. Di contro i fornitori si vedevano rifiutare la liquidazione degli assegni, da parte delle banche, perché non coperti da alcuna somma. Scatta così la denuncia alle Fiamme Gialle, dirette dal colonnello Giuseppe Licari, che hanno scoperto l'inganno. Secondo la richiesta della Procura, i due imprenditori sono stati rinviati a giudizio per  reato di truffa aggravata.

 
Commenti

Categorie: I Comuni, EnnaNumero di visite: 1105

Tags: Fiamme GialleLicari


Ultime notizie

Archivio

Seguici su YouTube

Seguici su Facebook

Seguici su Google+