masal oku
it-ITfr-FRde-DEen-USes-ES

Nuovo collegamento ferroviario Catania- Enna: dichiarazioni dell’assessore alla Programmazione Salvatore Zinna.

mercoledì 30 gennaio 2013

“L’insediamento del tavolo tecnico alla Presidenza della Regione per sottoscrivere il contratto Istituzionale di Sviluppo segna una fase importante per l'attuazione del nuovo collegamento ferroviario Catania – Palermo. Si dovranno definire così oltre alla tipologia dell'intervento, le risorse finanziarie nonché l'attuazione dei tempi per le fasi del complesso iter progettuale e dei vari cantieri di lavoro. Inoltre, saranno fissati impegni precisi attraverso l'individuazione di procedure e di norme contrattuali tra R.F.I.,Regione siciliana e Ministeri delle Infrastrutture e della Coesione territoriale,sulla base del recente documento del Piano di Azione e Coesione (P.A.C.) Con riferimento al linea ferroviaria Catania-Palermo si prevede nel dettaglio un miglioramento dell'intera struttura con un aumento della velocità' dei treni e della capacita 'potenziale della rete; un aumento della mobilità ferroviaria a media e a lunga percorrenza con il raddoppio dei binari da Catania-Catenanuova –Enna. Si prevede di proseguire con la velocizzazione lungo il percorso Caltanissetta Xirbi, Marianopoli, Roccapalumba, Fiumetorto incrociando la tratta a doppio binario sino a Palermo. Relativamente alla risorse finanziarie il piano prevede la seguente ripartizione: 30 milioni di euro per il potenziamento e la velocizzazione del l'itinerario Palermo- Catania; 96 milioni di euro per la tratta a doppio binario Catania-Bicocca/Motta;334 milioni di euro per la tratta a doppio binario Motta -Catenanuova; 309 milioni di euro sulla tratta a doppio binario Catenanuova -Enna come anticipazione del costo totale di previsione di 1.496 milioni;62 milioni di euro della tratta Roccapalumba-Marianopoli per la velocizzazione dell'attuale itinerario. Dal quadro finanziario complessivo emerge che attualmente vi sono risorse per complessivi 826 milioni di euro provenienti da diverse fonti finanziarie(risorse liberate,riduzione del cofinanziamento comunitario,etc.). Nella programmazione 2014-2020 dovranno individuarsi le risorse ancora mancanti per il completamento del doppio binario Catenanuova-Enna e per una adeguata velocizzazione Enna-Fiumetorto. Diventa urgente in questa fase avviare il passaggio procedurale previsto in sede CIPE del progetto preliminare della tratta Bicocca -Catenanuova, approvato lo scorso settembre dal Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici per la definizione del progetto definitivo. Diventa decisivo evitare ulteriori ritardi che rischiano di rimettere in discussione le infrastrutture strategiche, quale è la direttrice ferroviaria Catania-Palermo, arteria fondamentale per l'intero sistema dei trasporti della Sicilia. Si darebbe così seguito alla scelta di inserire l'itinerario Messina –Catania-Enna-Palermo nel corridoio Europeo Helsinki-La Valletta”.

L’ufficio Stampa
Rossella Inveninato

Commenti

Categorie: Comunicati StampaNumero di visite: 4148

Tags: collegamento ferroviario Catania-Palermo


Ultime notizie

Archivio

Seguici su YouTube

Seguici su Facebook

Seguici su Google+