masal oku
it-ITfr-FRde-DEen-USes-ES

Emergenza caldo. Attivato il servizio di protezione civile.

giovedì 21 giugno 2007

Per fronteggiare l’ondata di caldo torrido che si è abbattuta sul Paese ed in particolar modo sulle regioni del Sud, compreso il territorio ennese, il servizio provinciale di Protezione civile, diretto da Giuseppe Colajanni, ha allertato il proprio personale, prendendo spunto da una nota emanata dal dipartimento nazionale. Consigli utili per prevenire il caldo e per prevenire quelli che possono essere i rischi collegati ad esso, sono un buon vademecum per non essere colti impreparati di fronte alla colonnina del mercurio che sale otre i 35 gradi. A rischio gli anziani, i bambini, ma anche coloro che sono affetti da specifiche patologie e le persone non autosufficienti, i quali non dovranno mai perdere di vista l’idea di utilizzare tutti i sistemi necessari per non accusare malori causati dal rialzo delle temperature. Se, comunque, dovesse malauguratamente presentarsi un’evenienza legatala classico colpo di sole o ad alcune malattie associate al caldo, esistono delle terapie da mettere subito in atto. Il servizio di protezione civile fa sapere di essere disponibile 24 ore su 24 per tutte le richieste di emergenza o per qualsiasi consiglio utile e necessario, sottolinea il presidente della Provincia, Cataldo Salerno, che segue da vicino l’evolversi dell’emergenza caldo e le sue possibili conseguenze. Si può contattare lo staff della Provincia ai seguenti numeri: 093523021 e 0935521521.

Il capo ufficio stampa
Daniela Accurso

Commenti

Categorie: Comunicati StampaNumero di visite: 734

Tags: Protezione civileGiuseppe Colajanni


Ultime notizie

Archivio

Seguici su YouTube

Seguici su Facebook

Seguici su Google+