masal oku
it-ITfr-FRde-DEen-USes-ES

Prestito d’onore. La Giunta Salerno approva il regolamento

mercoledì 14 settembre 2005

Sono 43 i giovani aspiranti imprenditori del territorio ennese che hanno avuto finanziato il cosiddetto “Prestito d’onore”, la misura di intervento che in realtà è un contributo economico a fondo perduto. Lo scorso 22 settembre è scaduto il termine di presentazione delle richieste, nell’ambito della creazione di nuove attività imprenditoriali, sulla base di un Regolamento, approvato dal Consiglio Provinciale con delibera n. 27 del 31.05.2004. Il ”Prestito” è rivolto a soggetti residenti nel territorio provinciale, con lo scopo di incoraggiarli nei settori della produzione di beni o fornitura di servizi, studi professionali e commercio con positive ricadute per quanto riguarda l’occupazione. I destinatari sono i disoccupati o inoccupati, con un’età compresa tra i 18 e i 40 anni, i cassaintegrati, i fruitori di indennità di mobilità con un’età compresa tra i 18 e i 50 anni. Requisito essenziale la residenza nel territorio ennese. L’agevolazione finanziaria viene concessa sotto forma di contributo a fondo perduto nella misura del 60% della spesa riconosciuta ammissibile al finanziamento al netto dell’IVA, per un massimo di 15 mila Euro. L’atto amministrativo, approvato dall‘Esecutrivo, riguarda la seconda selezione di disoccupati, e, rispetto al primo intervento, il contributo viene esteso anche per l’attivazione di studi professionali e di attività commerciali. Le richieste sono state esaminate da Sviluppo Italia, la società del Ministero del lavoro, che ha esaminato ben 83 progetti; ne sono risultati ammissibili 53, ma per il momento la copertura finanziaria, a totale carico della Provincia, prevede la concessione di 43 “Prestiti”. L’assessore provinciale alle Attività produttive, Nicola Gagliardi fa sapere che è nelle intenzioni dell’Amministrazione procedere all’eventuale concessione di altri 10 contributi, se le finanze dell’Ente lo consentiranno. Gli interessati riceveranno comunicazione scritta da parte del IV settore della Provincia. “Siamo pienamente soddisfatti - dichiara Gagliardi, di concerto con il presidente della Provincia, Cataldo Salerno, perché si metteranno in campo nuove energie e nuove professionalità nel territorio ennese. In questo modo la cultura della imprenditoria tra i giovani si farà spazio, abbandonando così l’idea del pubblico impiego.”

L’ufficio Stampa
Commenti

Ultime notizie

Archivio

Seguici su YouTube

Seguici su Facebook

Seguici su Google+