masal oku
it-ITfr-FRde-DEen-USes-ES

Colture erbacee strategiche per lo sviluppo delle aree interne”. Convegno, mercoledì 27 aprile, ore 9.00, auditorium ASI

sabato 23 aprile 2005

“Colture erbacee strategiche per lo sviluppo delle aree interne”. E’ questo il tema del convegno, organizzato dalla Provincia Regionale, che si terrà il prossimo mercoledì 27 aprile, alle ore 9.00 presso l’auditorium della zona industriale di Dittaino. La giornata di studio, promossa dall’assessore all’Agricoltura, Cinzia Dell’Aera, sarà l’occasione, vista anche la presenza di illustri rappresentanti del mondo accademico, per porre sotto la lente d’ingrandimento una problematica che investe la quasi totalità delle aziende agricole del territorio, impegnate nella produzione di grano. La riforma delle politiche agricole comunitarie e gli effetti della globalizzazione, infatti, penalizzano enormemente le aziende cerealicole della aree interne che non sono più nelle condizioni di produrre a prezzi competitivi. Le conseguenze sono disastrose per l’economia dell’intera provincia. “Siamo impegnati - dichiara l’assessore - a mettere in campo delle iniziative che mirano alla riorganizzazione delle aziende e allo sviluppo delle filiere erbacee produttive” - Si parlerà di prospettive di sviluppo per i cereali, per le leguminose da granella, per il carciofo, la patata, lo zafferano ed ancora di colture “no food”. Una strada da percorre, sostenuta dall’esponente della Giunta Salerno, è quella di introdurre le colture per la produzione delle biomasse, grazie alle condizioni ambientali ottimali offerte dal nostro territorio. Un tipo di produzione che può garantire, nel contempo, reddito alle aziende, contenere i processi erosivi del territorio e produrre energia alternativa, con la creazione di nuovi posti di lavoro. Ad introdurre i lavori del convegno sarà il responsabile del servizio agricoltura dell’Ente, Andrea Scoto.

L’ Ufficio Stampa
Rossella Inveninato
Commenti

Ultime notizie

Archivio

Seguici su YouTube

Seguici su Facebook

Seguici su Google+