masal oku
it-ITfr-FRde-DEen-USes-ES

Prima il bilancio, poi la legge

Ore frenetiche all'Ars. Slitta la discussione sulla legge di riordino delle Province

In un clima di rarefatta confusione,la politica corre contro il tempo.Avanza troppo in fretta questa giornata in cui nessun deputato

all'Ars ha tempo di soffermarsi a commentare la bocciatura della proroga ai Commissari delle Province. C'è la priorità delle priorità da approvare:il bilancio. Poi massima allerta sul disegno di legge sul riordino degli enti soppressi. Ma poi. Per il momento l'interesse unanime resta un altro. Intanto si mormora che il disegno di legge più'accreditato tra i 18 rappresentati resta a firma del presidente della commissione Affari istituzionali, Cracolici. C’è, invece, chi fa intendere che proprio questa legge emenamento approderà in aula e verrà votata con larga maggioranza. Il vice presidente all'Ars,Antonio Venturino ,spiega "Siamo concentrati sul bilancio. In seguito porteremo in aula la legge Cracolici."Più cauto il capogruppo del PD, Gucciardi,che risponde agli attacchi dell'opposizione "Noi lavoreremo per definire la legge sul riordino della Province,chi metterà i bastoni tra le ruote,si assumerà le responsabilità'di fronte ai Siciliani".E intanto dovrebbe essere nelle prossime ore prevista la proroga ai Commissari per 45 giorni. Anche se c'è chi giura, da ambienti vicini al presidente Crocetta che uno dei 9 commissari non sarà riconfermato.

 
Commenti

Categorie: La ProvinciaNumero di visite: 1993

Tags: ARSCracolicilegge sulle Province


Ultime notizie

Archivio

Seguici su YouTube

Seguici su Facebook

Seguici su Google+