masal oku
it-ITfr-FRde-DEen-USes-ES

Ho perso quattro chili

Il sindaco Garofalo non ne vuole sapere e continua lo sciopero della fame

Ha perso quattro chili.

Ad una settimana dallo  sciopero della fame, Paolo Garofalo, a fianco dei contrattisti preoccupati per il  futuro lavorativo, minimizza sulle sue condizioni di salute.
"Io sto bene, fino ad oggi. Il problema non riguarda me, ma i miei dipendenti."
Si alimenta solo con bevande zuccherate, da sette giorni a questa parte, il sindaco il quale ancora una volta ribadisce che nonostante gli interventi del presidente della Regione Crocetta, sulla proroga triennale e la stabilizzazione, i nodi da  sciogliere sono  troppi.
Per il  primo cittadino la situazione resta ancora troppo nebulosa.
Nessuna certezza sulla copettura finanziaria da destinare ai precari. Nessun provvedimento legislativo che possa assicurare stabilità occupazionale a tutta la categoria.
Continuerà ad oltranza Garofalo.
A questo punto il Governatore siciliano potrebbe interessarsi del sindaco del capoluogo ennese, intervenendo personalmente,c on una convocazione a palazzo d'Orléans.
Questo potrebbe rappresentare un segnale rassicurante che porterebbe - il condizionale  è d'obbligo- a far si che la salute di Garofalo non precipiti e si debba ricorrere all'assistenza medica. 

 
Commenti

Categorie: I Comuni, EnnaNumero di visite: 2563

Tags: EnnaPaolo Garofalosciopero della fame


Ultime notizie

Archivio

Seguici su YouTube

Seguici su Facebook

Seguici su Google+