masal oku
it-ITfr-FRde-DEen-USes-ES

Proposta accolta. La mostra Svevo Contemporaneo resta alla Torre di Federico

Per Cettina Rosso è un sogno che si realizza.

Avrebbe dovuto essere già chiusa da due giorni, ma a grande richiesta la mostra Svevo Contemporaneo rimarrà a illuminare la sala alta della Torre di Federico per tutta l’estate.

Ad annunciarlo l’assessore comunale agli Eventi Francesco Colianni, già sollecitato da più parti anche dalla nostra redazione.

“Ho incontrato personalmente il curatore della mostra, Vittorio Ugo Vicari – ha spiegato Colianni – e ci siamo messi subito al lavoro perché l’esposizione rimanesse a Enna il più possibile”.

Fino a settembre, dunque, visite consentite tutti i giorni (festivi compresi) dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 17.
“La mostra è frutto di un lungo lavoro, di tanti contatti e di instancabile impegno – ha sottolineato la presidente della Casa d’Europa Cettina Rosso – vedere i pannelli, i dipinti e gli abiti abitare finalmente la nostra Torre di Federico è stato per me realizzare un sogno, quello di offrire la Storia come fonte di ispirazione artistica e Federico II è stato una fiamma che ha acceso la creatività dei giovani”.
E proprio ai giovani allievi dell’Accademia di Belle arti di Catania si è rivolto l’assessore Colianni per un progetto di più ampio respiro rispetto alla mostra: “Aspetto i ragazzi dell’Accademia questa settimana a Enna – ha dichiarato – voglio proporre loro di proiettare al Castello di Lombardia il documentario di video arte che hanno realizzato nei giorni scorsi alla Torre. L’intento è quello di creare un percorso comune di visite tra i due monumenti, la Torre servirà da richiamo al Castello (che attualmente è il luogo più visitato della città) e viceversa”.

La mostra “Svevo Contemporaneo 3x8” è pensata e congegnata appositamente all’interno della sala ottagonale della Torre per esaltarne la geometria e gli stessi giochi di luce solare al suo interno. Realizzata da 26 allievi dell’Accademia di Belle arti di Catania e dai docenti Gianni Latino, Liliana Nigro, Daniela Costa, Carmen Cardillo, è curata da Vittorio Ugo Vicari e inserita all’interno della Settimana federiciana 2018. Si sviluppa su otto stendardi che raccontano la vita e le grandi imprese di Federico II, otto abiti stilizzati che si ispirano ad altrettanti modelli originali del 1.200 e otto elaborati grafici che citano alcuni testi della Scuola poetica siciliana.
 
Commenti

Ultime notizie

Archivio

Seguici su YouTube

Seguici su Facebook

Seguici su Google+